La Storia

primo pianoLi senti arrivare da lontano, un trillo, i piatti e il rullo dei tamburi. E’ la bassa musica che avanza, irrompe nelle strade di buon ora per annunciare l’apertura dei festeggiamenti e sveglia grandi e piccini.
A Mola di Bari la tradizione resiste dal 1950. Ieri con il capobanda Paolo Furio, oggi con il figlio Francesco, leader dal 1985 di un sestetto formato da un ottavino, tre tamburi, grancassa e piatti. Meglio conosciuta in dialetto locale come “U’ Tammorr”, la Bassa Musica di Mola dispone di un vasto repertorio di marce sinfoniche e militari, inni religiosi e canzoniere napoletano.
Come dice Francesco Furio, vincitore della 24a e 25a edizione del famoso Festival Nazionale di Tammurr di Grumo Appula: «portiamo folklore e allegria nei piccoli paesi e nelle grandi città». Che festa sarebbe senza la bassa musica?

Il nostro caratteristico concerto si esibisc nel paese e nelle grandi città, effettuando giri, processioni religiose, manifestazioni comunali, manifestazioni sportive, feste patronali e ogni genere di intrattenimento.
Il caratteristico concerto porta un vastissimo repertorio di marce sinforniche, militari, brillanti, inni religiosi, canzoniere napoletano e un vastissimo repertorio di ballabili.